Divario tra economia reale e finanza

Oggi nel mondo esiste una netta distinzione tra economia reale ed economia finanziaria. Una netta differenza tra merci, terreni , immobili, fabbrice e titoli, derivati, finanziamenti e liquidità.  Il denaro entra nel circuito dell’economia reale come investimento per le attività, la produzione per poi ritornare al sistema finanziario sotto forma di investimento (i guadagni ottenuti dall’economia reale) e di restituzione prestiti, interessi e spese. Nonostante ci sia una correlazione di base, oggi il divario tra economia reale e finanza si sta allargando.

Citigroup economic surprise index

citigroup surprise index 210119

Un aiuto arriva dal CESI – Citigroup Economic Surprise Index detto indice di consenso o delusione degli operatori per i dati macro economici.

E’ un indice molto utile in  quanto misura l’effetto sorpresa dei dati macro economici rispetto alle attese dei mercati, segnalando lo stato di salute dell’ economia attraverso i dati macro. Quando il grafico dell’indice sale significa che i dati macro hanno battuto il consenso degli operatori; viceversa, quando l’indice scende i dati economici sono stati deludenti. Ogni giorno viene calcolata la deviazione standard tra i dati macroeconomici e il consenso medio degli operatori (Bloomberg survey median).
bloomberg surprise index

Analogamente anche il Bloomberg Economic Surprise Index (linea verde) è passato nettamente in zona negativa nell’ ultimo periodo.

Nel successivo grafico sono riportati l’ andamento dell’ indice s&p500 e dell’ indice S&p500 dei titoli che lo compongono che sono sopra la media a 200 giorni. In ambito tecnico i traders utilizzano molto la media mobile a 200 giorni come indicatore di trend o di inversione .

s&P500 % TITOLI SOPRA MEDIA 200

Evidente la forte divergenza negativa tra i due indici: segmento verde in ascesa,segmento rosso in discesa. Si può osservare la forte divergenza tra i due indici prima del forte sell off dell’ “S&P500. Dalla curva verde si nota come la percentuale dei titoli sopra la media a 200 giorni sia molto diminuita . Statisticamente quindi è probabile una continuazione  della fase di correzione dell’ S&P500.

I contenuti del presente articolo hanno valore di opinione e scopo puramente informativo. Non rappreseno in alcun modo un’offerta di vendita , di sollecitazione all’investimento, né di sollecitazione al pubblico risparmio. E` importante tenere presente che i rendimenti passati non sono indicativi dei rendimenti futuri. Non vi è alcuna garanzia di ottenere uguali rendimenti in futuro.

I commenti sono chiusi