Ipotesi di portafoglio ideale efficiente

+ 28 %   Rendimento  a  2 anni  portafoglio  efficiente  “Momento”   (31/12/2019).

Un  portafoglio  efficiente  ha  una  combinazione  di  titoli  che  minimizza  il  rischio   ed  altresì massimizza il rendimento  (H. Markowitz).

Per ottimizzare la performance di portafoglio corretta per il rischio si possono adottare strategie alternative quali le “relative value”.  Tali strategie sono capaci di generare rendimenti positivi indipendentemente dal contesto finanziario con minor volatilità rispetto al mercato. Un esempio di strategia relative value è quella del market neutral. L’ obiettivo è ottimizzare la sensibilità del portafoglio all’ andamento del mercato attraverso un esposizione netta (di assets) tendenzialmente neutrale. Nella tabella si riporta la risk analysis dei 3 portafogli realizzati secondo un approccio “relative value” confrontati con vari titoli di stato ed indici. Il Periodo scelto: dal  01/01/2018  al  31/12/2019  (2 anni).rendimento portafoglio efficiente momento

I tre portafogli sono stati costruiti seguendo un’ ottimizzazione e scomposizione dei rischi-rendimenti e delle relative correlazioni tra fondi e mercato (Dow Jones Industrial Average). I fondi sono stati scelti attraverso un ulteriore selezione di gestori di strategie alternative: long/short, market neutral , global macro, flessibili. Si ricorda che tali strategie mirano a diminuire la volatilità e le perdite (drawdown) dei portafogli.

Risultati

I risultati  al 31/12/19 (a 2 anni) sono sorprendenti (v. tabella). Il portafoglio MOMENTO (cerchio verde) ottiene il miglior rendimento di +28,91% con una massima perdita di soltanto -5,13% (max drawdown). L’ indice Dow Jones ( cerchio rosso), nello stesso periodo, ha un rendimento di + 21,97% ma con una massima perdita di – 18,77%. Anche il titolo di stato BTP Set2040 5% (cerchio rosso)  accusa una massima perdita di ben  -20,03%, addirittura maggiore dell’ indice Dow jones. Il titolo di stato BTP Mar2026 4,5% raggiunge un rendimento di +2,55% ma con un max drawdown di -13,28%.

La colonna (v. tabella) della correlazione mostra ottimi risultati dei portafogli studiati per un migliore rapporto rendimento/rischio. Tutti e tre i portafogli, MOMENTO, CONSERVATIVO e DIFESA hanno una correlazione di 0,25-0,26 al mercato (Dow Jones). Nonostante la bassissima correlazione riescono a ben sovraperformare: sono efficienti!

Risk analysis

EFFICIENTI anche secondo l’ Indice di Sortino che misura il maggior premio per unità di rischio del portafoglio. Infatti Sortino è un indicatore asimmetrico che misura il rapporto rendimento e volatilità dei valori negativi. Ovvero quanta performance è stata generata a fronte di una certa quantità di rischio di perdita assunta. Sempre nella Risk analysis, gli stessi portafogli si contraddistinguono anche per bassissima volatilità e migliore downside deviations rispetto ai titoli ed indici scelti.

Tutti i Cct scelti mostrano rendimenti negativi nel periodo preso in esame e con max drawdown da -11,26% a -14,22%. Ottima performances del portafoglio DIFESA (c.blu): massima perdita di -1,61%  e +7,49% di rendimento.

I portafogli selezionati secondo l’ approccio “relative value” hanno livelli nettamente inferiori di drawdown, ma performances migliori.  Un esempio utile è il confronto tra il portafoglio CONSERVATIVO  e l’ indice Fideuram dei Fondi Bilanciati (benchmark). Il CONSERVATIVO ottiene circa il doppio di rendimento ma con la metà di max drawdown rispetto al benchmark indice di fondi bilanciati.

Per superare le nuove sfide dell’attuale contesto finanziario, gli investitori devono sempre più utilizzare strategie innovative. Fondamentale è generare rendimenti con un premio per il rischio indipendenti dall’ esposizione alla volatilità dei mercati tradizionali.  Sviluppare nuove soluzioni d’investimento, che si adattino al mercato in continua evoluzione, è un processo che richiede grande attenzione e competenza.

I contenuti del presente articolo hanno valore di opinione e scopo puramente informativo.

Non rappresentano in alcun modo un invito al trading, né un’offerta di vendita  o di sollecitazione all’ investimento.

I corsi ed i rendimenti passati non sono indicativi dei rendimenti futuri. 

Non vi è alcuna garanzia di ottenere uguali rendimenti in futuro.

I commenti sono chiusi